L'adozione di un Modello ex D. Lgs. 231/2001comporta non solo la tutela dalle gravi sanzioni previste dal decreto, ma altresì una serie di vantaggi ad alto valore aggiunto per l'azienda.

VANTAGGI

IN CASO DI ADOZIONE

DEL MODELLO 231/2001​​​​​​

  • Protezione della Società rispetto ai reati previsti dal Decreto
  • Maggior protezione dei soggetti in posizione apicale (Presidenti, Amministratori, …), i quali possono dimostrare di aver fatto tutto quanto in loro potere per evitare determinati comportamenti/eventi (es: infortuni sul lavoro) ed evitare la relativa responsabilità dell’ente

  • Maggiore efficienza dei processi aziendali con conseguente riduzione/eliminazione delle attività a valore aggiunto zero
  • Maggiore affidabilità e credibilità nei confronti degli istituti di credito e dei media

  • Accesso ad agevolazioni, contributi, finanziamenti e sussidi
  • Accesso ai bandi di gara della P. A. e altri clienti generalmente di grandi dimensioni

  • Responsabilizzazione / protezione dei dipendenti: a ciascun individuo / funzione viene attribuita la propria responsabilità, differenziandola e calibrandola rispetto a quella di altri individui/funzioni attraverso l’attribuzione di compiti ben precisi
  • Garanzia di maggiore affidabilità aziendale

  • Vantaggi di natura operativa:
  • il Modello 231 consente di avere un'impresa ottimizzata, in cui siano identificati i rischi cui essa è soggetta – reputazionale, strategico, gestionale, finanziario o di mancata conformità
  • Contributo concreto alla diffusione della cultura della responsabilità e della prevenzione all’interno dell’ente

  • Riflesso positivo sull’immagine aziendale e sulla sua percezione da parte dei diversi portatori di interesse e dei terzi in generale
  • Implementazione di un sistema di controlli interni con impatti potenzianti sull’intera struttura

RISCHI

CONNESSI ALLA MANCATA ADOZIONE

DEL MODELLO 231/2001​​​​​​

  • Sanzioni pecuniarie da un minimo di € 25.800 ad un massimo di € 1.549.000
  • Interdizione dall’esercizio delle attività di competenza
  • Sospensione/revoca di una licenza o di una concessione o di una autorizzazione funzionale alla commissione dell’illecito
  • Divieto di contrarre con la Pubblica Amministrazione
  • Esclusione da agevolazioni, contributi, finanziamenti e sussidi ed eventuale revoca di quelli già concessi
  • Divieto di pubblicizzare beni o servizi
  • Confisca: Con la sentenza di condanna è sempre disposta la confisca del prezzo o del profitto del reato. Nel caso in cui non sia possibile eseguirla, la stessa può avere ad oggetto somme di denaro, beni o altre utilità di valore equivalente al prezzo o al profitto del reato
  • Pubblicazione della sentenza
  • Sanzioni penali
  • Mancato accesso a bandi di gara della P. A. e altri grandi clienti
  • Deresponsabilizzazione dei dipendenti
  • Esposizione dei soggetti apicali a rischi di natura penale