Il Decreto Legislativo 231/2001

Il decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231 (di seguito D. Lgs. 231/2001) ha introdotto nell’ordinamento giuridico italiano la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni (anche prive di personalità giuridica), per la commissione di uno o più reati da parte di terzi ad esse riconducibili.



Tale responsabilità, che si aggiunge a quella della persona fisica che ha commesso materialmente il reato, non richiede necessariamente che l’ente abbia tratto concreto vantaggio, essendo sufficiente che gli autori materiali (amministratori, dirigenti, dipendenti, collaboratori ) abbiano agito nell’interesse dell’ente.

Con tale disposizione viene ampliata la responsabilità della società (e degli altri enti previsti dalla norma), che è così esposta a una pluralità di sanzioni pecuniarie e in alcuni casi anche interdittive.

© Studio 231Consulting                                           P.IVA.02165650793